Il Jazz Club Trio

Leonardo CAPPELLI 

Pianista e tastierista diplomato nel 1981 al conservatorio "A. Casella" dell'Aquila sotto la guida del prof. Sergio Calligaris. Ha svolto fin dalgli inizi una intensa attività concertistica nel campo della musica classica con molte associazioni musicali. Nel 1984 lavora come pianista nelle tournée teatrali della compagnia di Gigi Proietti in Italia ed in Europa. Anche se di impostazione classica, coltiva la passione per lo swing e si accosta allo studio delle espressioni jazzistiche fin dai suoi primi approcci al pianoforte, suonando in diversi locali abruzzesi e della capitale, con formazioni di jazz, bossanova… Si esibisce con successo nei pianobar anche grazie alla sua naturale predisposizione al contatto diretto con il pubblico. Fa parte della Sorrentino Jazz Band fin dal suo esordio per oltre dieci anni.

 

Paolo EVANGELISTA 

Medico di professione, inizia a suonare il basso elettrico a sedici anni facendo parte di vari gruppi musicali rock di quegli anni, ma rimenendo a lungo nel gruppo I Pronipoti. Trasferitosi a Roma per motivi di studio nel 1975, partecipa a concerti estemporanei con musicisti di strada e con gruppi eterogenei della capitale. Il vero salto di qualità lo compie nel 2004 grazie all'incontro con il maestro Dante Sorrentino con cui inizia lo studio dell'armonia. Il felice incontro con il maestro Marco Di Natale gli consente il passaggio, da sempre sognato, al suo strumento preferito: il contrabbasso. Partecipa alla Dante Sorrentino Jazz Band fin dal suo esordio nel 2004, ma grazie alla scuola di musica Area Sonora aderisce contemporaneamente ad altri gruppi jazzistici, anche in jam session. Ha fondato il Jazz Club Trio come ambiente ideale per l’improvvisazione e come superamento della mera esecuzione.

 

Gino MANCINI

Appassionato della batteria fin da giovanissimo, mostra grande intuito e capacità ritmiche che lo portano a suonare in vari gruppi rock attivi negli anni settanta. E' stato tra i fondatori dello storico gruppo aquilano Gli Antenati, formazione molto nota dell’epoca. Suona in moltissimi concerti in tutta Italia partecipando alle tournée del gruppo. Negli anno ottanta incide alcuni dischi. Esprime tutta la sua passione per il blues con i gruppi Akab e Blueseven con i quali suona per svariati anni. Incontra il jazz, e lo suona in modo impeccabile, per la prima volta con il Jazz Club Trio.

________________